Civi-Italia

Il CIVI – Italia (Centro Interprofessionale per le attività vivaistiche) è il consorzio nazionale tra associazioni vivaistiche ed unioni dei produttori. Il CIVI-Italia, è stato riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali con DM 2 dicembre 1993, quale unico organismo nazionale a rappresentare il settore vivaistico organizzato nazionale nel settore delle piante da frutto, olivo, agrumi e fragola per la promozione ed attuazione dei programmi di certificazione genetico-sanitaria del materiale di propagazione vegetale delle suddette specie in Italia.

Civi-Italia

Il Civi-Italia associa consorzi vivaistici operanti su scala nazionale, che rappresentano la quasi totalità del vivaismo Italiano organizzato nei settori della produzione delle piante da frutto, agrumi, olivo, fragola e piantine orticole, oltre ad Unioni Nazionali dei produttori ortofrutticoli ed olivicoli.

Il principale scopo statutario è quello della valorizzazione delle produzioni vivaistiche per qualificare al massimo grado le produzioni ortofrutticole, agrumicole ed olivicole, attraverso una stretta collaborazione con le aziende della base sociale e con le autorità che sovraintendono ai programmi di qualificazione: Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) e Servizi Fitosanitari Regionali (SFR).

Per questo motivo l'attività maggiormente sviluppata dal Civi-Italia è quella di promuovere l'eccellenza Italiana del vivaismo attraverso un’ampia adesione ai programmi di certificazione volontaria nazionale.

Mission

Obiettivi principali del Civi-Italia sono:

  • Garantire un pieno appoggio al Mipaaf al fine di favorire la piena funzionalità del sistema di certificazione Italiano;
  • Favorire la partecipazione di una più ampia base possibile ai programmi nazionali di certificazione;
  • Fornire servizi ed assistenza tecnico – amministrativa alla base sociale;
  • Promuovere e divulgare le attività del settore vivaistico organizzato e delle sue produzioni di qualità;
    • Assoplant  Associazione Produttori Piante in Coltura Protetta
    • CAV – Centro Attività Vivaistiche (Emilia Romagna)
    • Consorzio per la Valorizzazione dei Prodotti Ortoflorovivaistici Veronesi
    • FENO – Forderunng Und Entwicklung Neuer Obstsorten (Bolzano)
    • KSB – Consorzio Vivaisti Frutticoli Altoatesini s. coop. a r.l. (Bolzano)
      • MIVA – Moltiplicatori Italiani Viticoli Associati
      • Alleanza delle Cooperative Italiane
      • ITALIA ORTOFRUTTA - Unione Nazionale
        • UNAPROA - Unione Nazionale Produttori Ortofrutticoli e di Frutta in Guscio
  • 26 Centri di moltiplicazione presenti in 10 regioni con 150 ha di piante madri;
  • 0,5 milioni di piante di agrumi
  • 0,3 milioni di piante di olivo
  • 6,5 milioni di piante da frutto
  • 35 milioni di portinnesti di fruttiferi
  • 210 milioni di piantine di fragola

Soci

I soci afferenti al settore vivaistico sono:


mentre le Unioni dei produttori raggruppate sono:

Dati sulla produzione

La base sociale del CIVI-Italia conta su una rete di infrastrutture interamente gestite dai propri associati:

La Certificazione Volontaria

Il Servizio Nazionale di Certificazione Volontaria (SNC) delle produzioni vivaistiche, coordinato dal Mipaaf, con l'attiva partecipazione dei SFR, riconosce all'organizzazione interprofessionale tra vivaisti e produttori (Civi-Italia) un ruolo importante, tanto da affidargli alcune attività tecnico logistiche per la funzionalità dell'intero sistema.

Nell’ambito del SNC, sono specificatamente indicate le funzioni del consorzio così come articolato nel DM 4 maggio 2006.

Il CIVI – Italia

Centro Interprofessionale per le attività vivaistiche

Civi-Italia - Ministero per le politiche agricole

è il consorzio nazionale tra associazioni vivaistiche ed unioni dei produttori.
Il CIVI-Italia, è stato riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali con DM 2 dicembre 1993, quale unico organismo nazionale a rappresentare il settore vivaistico organizzato nazionale nel settore delle piante da frutto, olivo, agrumi e fragola per la promozione ed attuazione dei programmi di certificazione genetico-sanitaria del materiale di propagazione vegetale delle suddette specie in Italia.